NUOVI SCAVI 2016

 

SI è svolta ad Egnazia  la XVI campagna di scavo promossa dall'Università degli Studi di Bari Aldo Moro, in collaborazione con il Comune di Fasano, la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle Province di Brindisi, Lecce e Taranto, il Polo Museale della Puglia ed il Museo Archeologico Nazionale di Egnazia "Giuseppe Andreassi", con il supporto logistico di Altair srl – Alta Tecnologia in Archeologia per l’Innovazione e la Ricerca.

Le ricerche archeologiche, che si sono protratte fino a metà ottobre, sono state coordinate dalla prof.ssa Raffaella Cassano e dal suo staff di ricercatori.

Oltre agli studenti dell’Università e della Scuola di Specializzazione in Archeologia, che imparano ad Egnazia a diventare archeologi, si sono alternati di settimana in settimana studenti di diversi licei italiani che svolgono il progetto di Alternanza Scuola-Lavoro.

Al Progetto Egnazia hanno partecipato il Liceo classico linguistico E. Maiorana-E.Corner di Mirano (Ve), il Liceo Scientifico E. Fermi di Bari, il Liceo Classico e delle Scienze Umane 'S. Cagnazzi' di Altamura (Ba), il Liceo Scientifico Statale G. Battaglini di Taranto.

L’area interessata dagli scavi è stata quella attigua alle terme pubbliche dell’antica città. Si tratta degli ambienti di una domus che lo scorso anno avevano restituito importanti reperti, come la statua di Demetra, già restaurata ed esposta nel museo.